Maestro Chang Dsu Yao
Ching, l'essenza

La scuola

Shaolin Vallecamonica, le origini, la storia

L'Associazione Sportiva Dilettantistica Shaolin Vallecamonica viene fondata nel 1993 dal maestro Claudio Elmetti, allievo diretto del maestro Chang Dsu Yao e per anni istruttore della sua scuola di Milano.
Dagli anni '70 il maestro Elmetti vive a Milano, si allena ed insegna nelle palestre del maestro Chang e partecipa, come portavoce della scuola Chang, a numerosissime esibizioni, gare di forma e di combattimento in Italia e all'estero, nelle quali ottiene sempre brillanti successi.
Nel 1993, dopo la morte del maestro Chang Dsu Yao, il maestro Elmetti torna a Brescia e fonda lo Shaolin Club, nel quale prosegue l'insegnamento tradizionale del Tai Chi e dello Shaolin come a lui tramandati dal maestro Chang, discipline alle quali aggiunge il Sanda, combattimento cinese a contatto pieno.
Un altro ventennio è trascorso, e il maestro Elmetti continua con passione lo studio e l'insegnamento del Tai Chi, del Chi Kung, dello Shaolin e del Sanda, formando istruttori attivi in diverse palestre di Brescia e provincia.
L'Associazione Sportiva Dilettantistica Shaolin Vallecamonica, in particolare nel settore agonistico del Sanda, si distingue da diversi anni per i successi ottenuti a livello italiano, europeo e mondiale.
I soci dello Shaolin Vallecamonica hanno l'opportunità di allenarsi col maestro Elmetti e con i suoi istruttori in numerose palestre di Brescia e provincia. Possono inoltre partecipare a stage di approfondimento delle varie discipline, frequentare corsi di specializzazione e di insegnamento e confrontarsi in gare di forme e combattimento.



Il Maestro Chang Dsu Yao

Chang Dsu Yao nasce nel 1918 a Pei nella provincia cinese del Kiang Su.
Da giovane egli inizia a studiare Shaolin Ch'uan e il Tai Chi Ch'uan sotto la guida di Liu Pao Ch'un.

Nel 1938 : entra nell'Accademia per allievi ufficiali di Kuei Lin, Chang continua la pratica delle arti marziali sotto la guida di famosi maestri. 

Tra il 1939 e il 1949 il Maestro Chang partecipa a terribili anni di guerra contro il Giappone e della guerra civile. Durante ripetute battaglie Chang Dsu Yao riporta numerose ferite, fra cui la frattura della colonna vertebrale. Per il coraggio dimostrato in battaglia, viene nominato colonnello dell'esercito cinese a soli ventinove anni.

Nel 1949 il Maestro si trasferisce a Formosa in Taiwan diventando capo istruttore delle forze armate. Egli continua i suoi studi con il Maestro Chang Ching Po, anch'egli trasferitosi a Taiwan diventando così capo istruttore della Polizia di Taipei. Alla morte del suo Maestro (Chang Ching Po), nel 1961 Chang Dsu Yao è nominato anche capo istruttore di arti marziali della Polizia. L'Università di Taipei lo invita a tenere dei corsi di Shaolin e di Tai Chi Ch'uan. 
La federazione Cinese di Taiwan (KFROC) e la federazione Mondiale (CKWPA) gli hanno riconosciuto il massimo grado rilasciabile nel Kung Fu, la Cintura Rossa di 10° Chieh.

Nel 1974 il Maestro Chang Dsu Yao si congeda dalle forze armate e dalla Polizia, decide così di partire per l'Italia e iniziare la diffusione del Kung Fu Tradizionale Antico.

Nel 1975 il M° Chang dapprima stabilitosi nella comunità cinese a Bologna, dove aprirà la sua prima palestra per lo studio del Kung Fu, in seguito nel 1977 si trasferì a Milano.

Nel 1978 il Maestro inizia a seguire il panorama europeo, tramite stage in vari paesi (Svizzera, Francia, Belgio, ecc.).

Nell'anno 1981 vengono costituite Federazioni in Italia e in Europa.

Il 7 febbraio 1992, durante una breve vacanza a Taiwan, il Maestro Chang Dsu Yao perde la vita a causa di un'embolia, probabilmente dovuta alle innumerevoli ferite riportate in guerra.