I vari aspetti del Sanda

L'aspetto agonistico del Sanda

In Italia le gare sono gestite dalla FIWUK (Federazione Italiana Wushu Kungfu).

Il combattimento è a contatto pieno e prevede il KO. Lo scontro è composto da un continuo alternarsi di scambi di colpi e fasi di lotta corpo a corpo per atterrare l'avversario, tale peculiarità rende il SANDA unico nel suo genere.

Esiste anche una categoria a contatto leggero chiamata "Semi-Sanda", contraddistinta dalla precedente nella quale non è consentito portare i colpi con massima potenza, e quindi senza il KO.

Questa disciplina risulta essere sicuramente tra le più spettacolari nel combattimento sportivo.

Il Sanda in Palestra

I CONTENUTI TECNICI
Sebbene il Sanda sia noto tra gli sport di combattimento come il più completo (si può colpire con pugni e calci ma anche proiettare l'avversario), le regole che ne gestiscono l'attività agonistica pongono comunque dei limiti.

Esso non è solo uno sport ma un sistema di autodifesa frutto di una millenaria cultura marziale Cinese. Per questo, al fine di completarne il potenziale tecnico lo studio del sanda in palestra è esente all'utilizzo dei gomiti e delle ginocchia per colpire, e ha tecniche di "sottomissione" nella lotta a terra.
L'unione di queste due ultime alle tecniche consentite in gara fa del sanda un completo ed efficientissimo strumento di autodifesa.

LA PRATICA AMATORIALE
Chi non intende intraprendere l'attività agonistica deve considerare il sanda comunque come una disciplina accessibile a tutti, giovani e adulti.
A livello amatoriale si pone grande attenzione al miglioramento della condizione atletica in generale e allo studio di tutte le strategie di combattimento e autodifesa.
Col tempo si acquisisce buona padronanza negli scambi di colpi in piedi fino ad arrivare alla lotta a terra utilizzando chiavi articolari e immobilizzazioni.

IL METODO DI ALLENAMENTO
Essendo i contenuti tecnici del sanda sono tra i più svariati, l'allenamento varia di volta in volta.
Si alternano allenamenti finalizzati allo sviluppo dei colpi ad allenamenti basati sul contatto al suolo dalle cadute alle proiezioni, fino ad arrivare alla lotta a terra.
Di base vi è sempre un'accurata preparazione atletica sia nella prima che nell'ultima parte dell'allenamento.