• tai chi
  • shaolin
  • sanda

Caratteristiche dello Shaolin Chuan

La parola Kung Fu letteralmente significa: "abilità conseguita (Kung), da un uomo adulto (Fu)";
in altre parole indica l'aver raggiunto maturità e padronanza in un'abilità. 

Il Kung Fu è stato suddiviso in due grandi categorie a seconda del tipo di stile: 
Stili Esterni  (duri - morbidi)
Stili interni  (duri - morbidi)

Per stili esterni si intendono quelli che lavorano maggiormente sulla forza fisica e sulla preparazione muscolare, mentre gli interni prediligono un lavoro sulla meditazione e l' interiorità. 
Per stili duri si intendono quelli i cui movimenti sono secchi e decisi, mentre per morbidi i cui movimenti sono fluidi e armoniosi.
Generalizzando si può affermare che gli stili interni sono morbidi e gli esterni sono duri.

Il Kung Fu rende un notevole giovamento non soltanto fisico in chi lo pratica, ma come recita il suo stesso nome, educa la padronanza e all'abilità del proprio corpo.
I presupposti di base sono una notevole forza (necessari ad esempio perché il bersaglio sia colpito in modo efficace), ma anche la precisione e la velocità (vincere significa anticipare l' avversario e metterlo in difficoltà).
Visto che lo sviluppo di questi fattori dipendono dall' intensivo allenamento che porterà man mano al miglioramento delle capacità coordinative e condizionali.
Le capacità coordinative si sviluppano alla regolamentazione del movimento, mentre le capacità condizionali utilizzano l' energia dell'organismo; la forza vera e propria.

Essa può manifestarsi secondo tre forme: 
1) forza massimale 
2) forza veloce 
3) forza resistente 
La forza massimale è determinata dalla massima capacità di contrazione del muscolo, e rappresenta dunque la massima energia sviluppabile. 
La forza veloce è la capacità di sviluppare molta energia nella minima unità di tempo; decisiva a tale proposito è la capacità di contrazione e decontrazione delle fibre. 
Mentre la forza resistente viene rappresenta dalla capacità di resistere a sforzi e quindi alla  contrazione muscolare di lunga o media durata.  

Benefici
Notevoli sono i vantaggi:  
  • Per l' apparato locomotore, aumentando la tonicità muscolare e l' elasticità delle articolazioni. 
  • Per l' apparato respiratorio, di cui le prestazioni aumentano e migliorano. 
  • Per l' apparato cardiocircolatorio, con un miglioramento della sua resistenza allo sforzo e della sua possibilità di gittata sanguigna in tutto l' organismo. 
  • Per il metabolismo, con un aumentato consumo calorico e una costante "pulizia" arteriosa. 
  • Per il sistema immunitario, stimolato ad una maggiore attività nei suoi compiti di difesa dall' esercizio fisico. 
  • Per il sistema nervoso e la psiche, con il mantenimento di riflessi rapidi, capacità di osservazione, disciplina dell' aggressività. 

Controindicazioni
Solo in presenza di patologie:
  • Lesioni osteomuscolari. 
  • Lesioni articolari.